IMG-20180212-WA0034

Lockdown e scuola. Lo sguardo di Bruna (6)

Anche in Kenya, come in Italia, il governo ha largamente sottostimato l’impatto che le misure di contenimento della diffusione del virus avrebbero avuto sui bambini, e finora non ha preso provvedimenti per attenuarlo. Le scuole di ogni ordine e grado sono state chiuse alla metá di marzo, alla scoperta della prima persona positiva al virus nel paese. Stava finendo il primo quadrimestre. In Kenya infatti l’anno scolastico coincide con l’anno solare. Scolari e studenti si stavano preparando ai test di verifica prima della chiusura per le vacanze di Pasqua, che qui durano per tutto il mese di aprile. Le scuole avrebbero dovuto riaprire all’inizio di maggio, ma ancora oggi, alla fine del mese, nessuno si azzarda a prevedere quando le lezioni potranno riprendere. Il diffondersi sempre piú rapido del contagio (52 morti e 1286 positivi il 25 maggio, 72 piú del giorno precedente, un nuovo record dopo la media di una

Leggi tutto..

????????????????????????????????????

Etiopia: non si può aspettare. Voci da Wolisso

Ogni settimana Alessandro Latini (responsabile progetti di Cittadinanza) e Nicoletta Russo (project manager del progetto Etiopia) sono in contatto con Dessalegn, il referente in loco del progetto Wolisso, dove Cittadinanza opera sia all’interno dell’ospedale Saint-Luke di Wolisso intervenendo su ambulatorio di salute mentale adulti e ambulatorio di fisioterapia per bambini con disabilità sia nell’area di Wolisso in collaborazione con VCBRA. La situazione contagi Ad oggi in Etiopia ci sono 655 casi confermati di COVID-19. Il paese ha dichiarato lo stato di emergenza fino a Settembre 2020. Mentre i primi casi si erano concentrati prevalentemente nella capitale ed erano circoscritti a persone che avevano viaggiato o avuto contatto con stranieri, sono sempre più numerosi i casi anche nelle altre aree del paese e sono state trovate positive persone che non avevano mai avuto contatti con stranieri. I nostri partner locali sono in allarme, anche perché il  paese, come altri stati africani, non può

Leggi tutto..

WhatsApp Image 2020-05-15 at 14.43.14 (3)

Distribuzione in India. Messaggi da Catherine (2)

Nelle settimane scorse Catherine Inbarajan, direttrice del centro Best New Life Shelter in India, era stata incaricata dal governo del Tamil Nadu di identificare le persone con disabilità in stato di bisogno, in modo che potessero ricevere del cibo dall’ufficio centrale di Vellore. Tuttavia, com’era facilmente prevedibile, il governo ha distribuito aiuti una sola volta e sufficienti appena per pochi giorni. Molti bambini e giovani adulti del BNLS si son trovati in situazione di grave difficoltà, senza avere nulla da mangiare. Dopo essersi confrontata con noi, Catherine si è attivata subito, organizzando una distribuzione di aiuti presso il centro, i cui ampi spazi permettono di organizzare la distribuzione in sicurezza.  14/05/2020 – Preparando i pacchetti Catherine: Domani andremo a scuola con lo staff del centro per preparare i sacchetti per i ragazzi. Le buste di riso andranno aperte e andrà pesata la quantità da dividere, mentre gli altri articoli sono già pronti. Ogni

Leggi tutto..

3NBO4771 - Copia

Le più colpite sono le donne. Lo sguardo di Bruna (5)

  Secondo i dati diffusi giornalmente dal Ministero della sanitá del governo del Kenya, domenica 17 maggio i contagiati dal corona virus erano ormai 887 mentre i morti erano 50. I numeri non sono ancora paragonabili a quelli dei paesi europei e asiatici e dell’America, ma preoccupa l’aumento giornaliero. Era di una decina di persone in aprile. Dall’inizio di maggio la media è ormai di una trentina, con punte molto piú alte: 57 in piú da sabato 16 a domenica 17 maggio. Ma è ormai evidente che la pandemia per ora ha un devastante impatto soprattutto in settori diversi da quello sanitario e in particolare sugli strati sociali piú deboli. Nei giorni scorsi sono stati diffusi i risultati di una ricerca condotta in alcuni slum di Nairobi, compresi Kibera e Kawanguare, da dove provengono i piccoli pazienti di Paolo’s Home, il progetto supportato da Cittadinanza. Il rapporto – Covid-19: Global

Leggi tutto..

????????????????

Tamponi a Kawanguare. Lo sguardo di Bruna (4)

Continuano gli aggiornamenti della nostra volontaria Bruna Sironi, che ci scrive dal Kenya. In questi ultimi giorni l’evoluzione dell’epidemia in Kenya sta diventando preoccupante. Le persone positive al virus sono ormai 581; 170 nuove in soli 5 giorni, 46 delle quali trovate ieri. E’ vero che il balzo in avanti dei casi confermati fa seguito alla decisione delle autoritá keniane di effettuare uno screening di massa in alcune zone considerate a rischio, ma il numero ogni giorno crescente dimostra che il virus passa ormai velocemente da persona a persona nelle comunitá e che nessuno puó sapere ormai quanti siano realmente i contagiati nel paese. Questo preoccupa molto il governo che ha annunciato entro la fine della settimana nuove misure di contenimento ancor piú serie di quelle giá in vigore. Nairobi è la cittá con il maggior numero di positivi confermati; si contende il pericoloso primato con Mombasa. A Nairobi alcune

Leggi tutto..

IMG_4260 - Copia

Messaggi da Catherine. La situazione in India (1)

Ecco cosa ci scrive Catherine Inbarajan, la direttrice del centro Best New Life Shelter sulla situazione nella zona di Vellore “Doctor Alessandro, grazie mille per la tua preoccupazione. Penso che in Italia la situazione stia migliorando e ringrazio il Signore per questo. Tutti i nostri ragazzi e il nostro staff stanno bene, nessuno ha contratto il virus, al momento. Prega per noi e grazie. Qui la situazione purtroppo non è buona, in particolare nella nostra zona. In 59 anni non ho mai visto una cosa del genere, è impossibile comprare o trovare qualcosa come latte, verdure etc. I piccoli negozi e i ristoranti son tutti chiusi. Gli unici alimenti che si trovano sono riso e dhall (legumi), oltre a questi non c’è nessun alimento di varietà da cucinare o comprare. La polizia passa a raccomandare di non uscire alle persone sopra i 60 anni e anche a quelli con patologie. Alcuni

Leggi tutto..

IMG-20180214-WA0013

Ci prepariamo alla distribuzione. Lo sguardo di Bruna (3)

Mentre il contagio aumenta – il 13 aprile erano 208 i positivi al Covid-19 e 9 i morti – si fanno sentire ogni giorno di piú i gravissimi problemi economici provocati dalle misure di contenimento del virus, soprattutto sugli strati piú vulnerabili della popolazione. Le restrizioni nei movimenti dovute al blocco dell’area metropolitana di Nairobi e delle contee della costa, in vigore dal 6 aprile, ha giá provocato un notevole aumento dei prezzi. Un pacco da due chili di farina di mais, con cui i keniani cucinano l’ugali, una polenta che è alla base dell’alimentazione quotidiana, costava 120 ksh un mese fa; ora è 170. Mezzo chilo di zucchero è passato da 50 a 80 ksh; l’olio di semi da 140 a 180. Aumentato anche il sapone, indispensabile per contrastare il diffondersi del virus; una barra da un chilo è passata da 140 a 180 ksh. Scarseggia ormai sul mercato

Leggi tutto..

P1010983 - Copia

Come stanno i bambini di Paolo’s Home? Lo sguardo di Bruna (2)

Da giorni siamo in contatto con operatori e associazioni locali per capire come restare accanto alle famiglie anche in questo particolare momento. Siamo riusciti a contattare le famiglie nonostante la chiusura del centro e stiamo valutando i margini di azione sul campo, purtroppo non semplici, sia per le disposizioni governative sia per la pericolosità della situazione. Muoversi a Kibera in questo momento può essere molto rischioso, occorre trovare un modo efficace che permetta agli operatori di agire in sicurezza e tuteli anche le famiglie beneficiarie. Gli aggiornamenti di Bruna da Nairobi, con un focus sui rischi per i bambini di Kibera. 6 aprile 2020 “In Kenya le persone positive al Coronavirus sono ormai 142; erano 42 una settimana fa. Questo incremento fa temere che le misure messe in atto tempestivamente dal governo alla scoperta del primo caso non siano servite a bloccare il contagio. Anche i morti sono saliti da 1

Leggi tutto..

????????????????????????????????????

La missione a Wolisso (Etiopia) di febbraio 2020

Dal 16 febbraio fino a fine mese si è svolta la missione di monitoraggio a Wolisso. Son partiti Alessandro Latini (responsabile progetti) e la dott.ssa Nicoletta Russo, psicologa entrata a fare parte dello staff di Cittadinanza da dicembre con il preciso mandato di seguire il progetto Etiopia. Alessandro si è fermato una settimana, mentre Nicoletta due, per poter conoscere meglio il progetto e affiancare lo staff dell’ambulatorio di salute mentale e quello di fisioterapia. Ecco qualche aggiornamento sulla missione appena conclusa. 1. Inaugurazione del nuovo ambulatorio di salute mentale Al dr. Andrea Melella, psichiatra e volontario di Cittadinanza che segue il progetto dal 2017, va uno speciale ringraziamento per aver portato la sua competenza e passione al servizio di un progetto che intendiamo far crescere. E’ in gran parte grazie alle missioni che ha effettuato dal 2017 ad oggi se è stato possibile inaugurare il nuovo ambulatorio di salute mentale

Leggi tutto..

P1010945 - Copia

Nei giorni del Coronavirus. Lo sguardo di Bruna (1)

Bruna Sironi, dal 2018 nostra volontaria a Nairobi, collabora stabilmente con la rivista Nigrizia e ha alle spalle oltre 20 anni di cooperazione in Africa. “In Kenya il Coronavirus è preso molto seriamente e fa paura, anche se i numeri del contagio sono per ora limitati. Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute il 29 marzo, nel paese c’erano 42 positivi, una persona ricoverata e un morto. Complessivamente erano in osservazione 833 persone. Dalla settimana prossima saranno sottoposte a test tutte le persone arrivate nel paese la scorsa settimana e con ogni probabilità il numero dei positivi aumenterà notevolmente. Il virus è stato trovato per ora a Nairobi, 31 positivi, nella confinante contea di Kajado (1) e sulla costa, precisamente nelle contee di Mombasa (3), Kilifi (6) e Kwale (1). La contea di Kilifi è quella dove si trova Malindi, la località turistica piú frequentata dagli italiani in Kenya.

Leggi tutto..